Ancora tre tappe casertane per Carlo Buccirosso con “La rottamazione di un italiano per bene”.

Inizierà da Capua martedì 26 febbraio 2020 presso il Teatro Ricciardi, il tuor casertano di Carlo Buccirosso in scena con “La rottamazione di un italiano per bene”. L'artista sarà anche al teatro sammaritano Garabaldi e all'Auditorium Tommasiello di Teano.

L’attore partenopeo interpreta un ristoratore in crisi ad un passo dal fallimento.

Un commerciante pieno di debiti che con un gesto estremo pensa di risolvere i suoi problemi.

CAPUA / S.M.C.V. / TEANO. Inizierà da Capua martedì 26 febbraio 2020 alle ore 20:45 presso il Teatro Ricciardi, il tuor casertano dell’attore Carlo Buccirosso in scena con “La rottamazione di un italiano per bene”, tratta e ispirata dal romanzo “Il miracolo di Don Ciccillo”. Dopo il successo ricevuto al teatro Comunale di Caserta, l’attore napoletano, autore e protagonista della commedia, si immedesimerà nuovamente in “Alberto Pisapìa”, un ristoratore italiano sull’orlo del fallimento che proprio non riesce ad uscire. Una difficile situazione debitoria che gli farà pensare anche al gesto estremo. Come se non bastasse alla complicata vita di “Alberto Pisapia” si aggiungeranno anche dei problemi di salute con l’arrivo del cancro.

Un’uomo in cattivi rapporti anche con il fratello e socio in affari, “Ernesto”, avvocato di professione, colpevole di avergli consigliato male alcuni investimenti, che hanno aggravato ulteriorlmente la sua situazione patrimoniale. Malato ormai di cancro e non riuscendo più a risanare la sua posizione finanziaria, il protagonista si convince sempre di più che il suicidio o l’omicidio della suocera, colpevole di non averlo aiutato, possano aiutarlo ad uscire dalle sue difficoltà. La commedia contro ogni aspettativa, si concluderà in bellezza, con “Antonio Pisapia” che riuscirà a risanare i suoi debiti, grazie all’aiuto della sua famiglia.

L’attore campano proseguirà poi, il suo tour teatrale in provincia di Caserta in “La rottamazione di un italiano per bene” con altri due appuntamenti. Dal 21 al 22 marzo 2020 infatti, sarà sul palcoscenico del teatro sammaritano Garabaldi mentre il 26 marzo 2020 salirà sul palco dell’Auditorium Tommasiello di Teano.

Default image
folk

Redattore Capo cefolklore.it

Articles: 351