Coronavirus: Addio allo scrittore Luis Sepulveda

L’amore tra Luis Sepulveda e sua moglie Carmen Yañez sembrava indissolubile, un sentimento più forte della lontananza, del golpe cileno, della guerra e di un divorzio.
Luis Sepulveda
Foto di Elena Torre

Autore dei romanzi “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” e “Il vecchio che leggeva romanzi dʼamore”

Storia di uno scrittore e della poetessa che gli insegnò ad amare

L’amore tra Luis Sepulveda e sua moglie Carmen Yañez sembrava indissolubile, un sentimento più forte della lontananza, del golpe cileno, della guerra e di un divorzio. Lui uno scrittore socialista, lei una poetessa di talento: la loro unione inizia con una maldestra fuga d’amore dalle proprie famiglie e con uno strampalato matrimonio di fronte a pochi intimi. Il destino li colpisce duro due anni dopo, Luis si ritrova nel palazzo presidenziale durante il colpo di stato di Pinochet, viene arrestato, torturato per giorni e condannato all’ergastolo, da cui riuscirà a salvarsi solo grazie all’intervento di Amnesty International.

Carmen crede che il suo “Lucho” sia morto, lui si convince che non si rivedranno mai più, e dedica la sua vita a combattere per degli ideali. Quegli ideali che lo porteranno ad arruolarsi nelle brigate internazionali Simon Bolivar, a partecipare alla rivoluzione in Nicaragua e a prender parte a diverse campagne di Greenpeace. Si rincontreranno solamente nel 1996, entrambi ormai autori affermati dopo essersi rifatti una vita. Profondamente cambiati dalle traumatiche esperienze vissute, sentendosi quasi degli estranei, decideranno di divorziare.

Ma il fuoco dell’amore, proprio come il fuoco della scrittura, non è facile da domare. Perciò i due inizieranno a scriversi una serie di lettere appassionate, commoventi ed emozionanti, lettere che non potevano essere ignorate. La seconda moglie di Luis decide di telefonare a Carmen e di dirle che “Lucho” non fa altro che parlare di lei, della sua Carmen, “Pelusa”, come la chiamava lui. Luis e Carmen si rivedono e decidono di partire insieme. Pochi mesi più tardi si risposano e si trasferiscono a Gijon, in Spagna, dove vivono fino al marzo 2020. Qui Luis, che ha speso un’intera vita a combattere in prima linea per le sue idee, perde la sua prima battaglia: quella contro il coronavirus, che lo porta via a 71 anni.

Default image
Andrea Galluccio

Collaboratore cefolklore.it

Articles: 3