Coronavirus: “Chi può metta. Chi non può prenda”

Giorni difficili per tante famiglie italiane ma che comunque non fermano l'operato di medici, infermieri, forze dell'ordine e del terzo settore.
cestino

Tante iniziative benefiche messe in campo

Supermercati e cittadini aiutano i più bisognosi

Napoli. Giorni difficili per tante famiglie italiane ma che comunque non fermano l’operato di medici, infermieri, forze dell’ordine e del terzo settore per fermare la pandemia Covid-19. Tante le iniziative benefiche messe in campo da persone comuni e vip che accrescono la solidarietà del popolo italiano nell’emergenza sanitaria nazionale che stiamo vivendo. Fa particolarmente riflettere questa foto apparsa in rete sui social network a Napoli, che ritrae il classico cestino comunemente chiamato “panaro” che veniva calato in strada dal balcone dalle casalinghe napoletane per fare la spesa, con accanto la celebre frase di San Giuseppe Moscati “Chi può metta. Chi non può prenda”. Ancora non smentita ufficialmente intanto la notizia dei 257 ventilatori donati dal cantante napoletano Nino d’Angelo. Attualmente risulterebbe che l’artista partenopeo ha partecipato alla raccolta fondi ” Più si conosce e prima si sconfigge” promossa dal Prof. Ascierto inseme a Massimo Ranieri, Gigi e Ross, Zingaretti e Alessandro Preziosi ed altri artisti. In soli due giorni sono stati raccolti oltre 800 mila euro per sostenere gli ospedali napoletani.

Ma a fare beneficenza in Italia non solo i vip ma anche le persone comuni. Persone normali che continuano a lavorare ed organizzano iniziative per i più bisognosi come quella di alcuni supermercati che la sera lasciano la merce non venduta o di facile deterioramento fuori dai loro negozi. Oppure iniziative come quella della “spesa sospesa”, cioè un banco alimentare con prodotti donati da destinare a chi non può fare la spesa in questo momento. Meritano il plauso degli italiani tutti le persone che con senso di altruismo hanno costruito e distibuito mascherine realizzate in casa. Gesti così piccoli ma di grande utilità, che fanno di noi il popolo che siamo: “Chi può metta. Chi non può prenda

Default image
folk

Redattore Capo cefolklore.it

Articles: 351