L’eteronorma, un’altra forma di omofobia?

Mundo LGBT, la rubrica di William Bravi sul mondo LGBT.

“Spesso sento per strada che le persone devono stare per forza con quelle o quelli del sesso opposto.

Ma non è così. Credo che questa sia un’altra forma di omofobia”

Oltre che i vari episodi di aggressioni omofobe ecc. si sente spesso discutere riguardo l’eteronorma. L’omofobia, così come tutte le discriminazioni contro i diritti LGBT + hanno varie sfaccettature e una di queste è appunto l’eteronorma. Ancora oggi, che ormai si è negli anni 2020, molte persone e non solo nei piccoli centri, ma anche nelle grandi metropoli sono convinte che le relazioni siano solo tra individui del sesso opposto. In realtà non è così. Quindi è un’altra forma di discriminazione, poiché purtroppo l’omosessualità e così come anche la bisessualità ecc. sono considerate tuttora dei tabù. Ancora più vergognoso sono le/i giovani che la pensano in questo modo basandosi sul concetto di “eteronorma” che può portare a situazioni più gravi, come violenze e o aggressioni verbali. Per far sì che si lotti contro questa mentalità molto ristretta, c’è bisogno di discuterne nelle scuole e nelle università attraverso i corsi d’educazione sessuale. Solo attraverso ciò si potrebbe finalmente eliminare qualsiasi forma razzismo o in questo caso di eterosessismo, ma anche d’ignoranza… ché proprio essa fomenta l’odio.

Default image
William Bravi

Collaboratore cefolklore.it

Articles: 6