Maratea. Il rilancio dell’arte parte dalla Basilicata con “Marateale”

Il Festival delle Giornate internazionali del cinema lucano cambia nome e programma

MARATEA. Dopo essere stata consacrata nel 2019 la “Capitale Europea della Cultura”, la perla del Tirreno tenta di rilanciare il mondo degli artisti messo a dura prova dall’emergenza sanitaria Covid-19 con l’evento “Marateale”. La kermesse che quest’anno si svolgerà dal 31 luglio al 1 agosto non è una novità, ma l’evoluzione dell’eveto conosciuto in passato come “Le Giornate del Cinema Lucano a Maratea – Premio Internazionale Basilicata“.

La manifestazione che si svolgerà in solo due giornate a causa dell’emergenza Coronavirus, vedrà venerdì 31 luglio esibirsi i giovani talenti lucani distintisi per valore artistico. Nella giornata conclusiva del 1 agosto, diversamente dalle precedenti edizioni, tantissimi professionisti daranno vita ad un nuovo format per il rilancio dell’arte e alla cultura.

Tanti poi i personaggi di cinema, teatro e televisione, cantanti, musicisti, danzatori che partciperanno insieme a diverse maestranze. Il programma sarà arricchito con diverse masterclass che saranno tenute, tra gli altri, dal regista Massimiliano Bruno e dalla sceneggiatrice Ludovica Rampoldi. Non da meno saranno gli incontri con Kledi Kadiu, Anbeta Toromani e Alessandro Macario artisti tra i più apprezzati nella danza internazionale. Il tutto emergenza sanitaria permettendo.