Niente incontro a Londra per il pugile Clemente Russo

Il pugile marcianisano Clemente Russo non ha disputato ieri sera a Londra il mach valevole per le qualificazioni di Tokyo 2020. Ad impedire la disputa dell'incontro tra il pugile casertano e Clarke GB WO è stata un'digestione che no gli ha permesso di allenarsi.
Clemente Russo

Il pugile marcianisano fermato da un’indigestione

Ancora possibile la qualificazione a Parigi

LONDRA. Il pugile marcianisano Clemente Russo non ha disputato ieri sera a Londra il mach valevole per le qualificazioni di Tokyo 2020. Ad impedire la disputa dell’incontro tra il pugile casertano e Clarke GB WO è stata un’digestione che non gli ha permesso di allenarsi. Il boxer campano infatti lo ha annunciato attraverso i social network. Nel suo post si rammarica per non aver potuto disputare l’incontro, lasciando comunque aperta la speranza ad una qualificazione olimpionica a Tokio 2020, in vista dell’incontro che lo vedrà prossimamente protagonista a Parigi.

Ecco le sue parole:

“Ciao ragazzi, a breve sarei dovuto salire sul ring per disputare il primo incontro di qualificazione verso le Olimpiadi di Tokyo 2020.
Purtroppo e con rammarico, oggi non mi vedrete combattere. A causa di una cattiva digestione sono da 24 ore bloccato in camera. Ho provato ad allenarmi, ho provato a reagire ma sono alquanto debilitato e non mi permetteranno di disputare il match. C’è ancora una possibilità! L’ultimo torneo di qualificazione di Parigi e che segnerà la fine dei tornei di qualificazione. Oggi più di ieri sono convinto di potercela fare, sono convinto di poter portare ancora una volta in alto l’orgoglio italiano che, in questo momento, sta vivendo una grande difficoltà. Anche voi, come me, siete chiamati a fare un enorme sacrificio. Ringrazio tutti i miei fan per essermi sempre vicino ogni giorno, grazie per la positività, la carica che mi arriva dai vostri messaggi. Grazie per aver creduto sempre in me. Insieme possiamo tutto!”

Default image
folk

Redattore Capo cefolklore.it

Articles: 351